Una nuova “partnership” per migliorare l’assistenza materno-infantile nei paesi poveri e un’altra per globalizzare gli americani

L’UNICEF ha accolto con grande favore la dichiarazione congiunta fatta da  “due società multinazionali, del Governo Americano, di quello canadese e di organizzazioni leader nella salute globale per la crescita della terapia per la diarrea e la polmonite infantile, due dei principali killer dei bambini sotto I cinque anni di età” (Unicef).  La dichiarazione è stata fatta nel corso di una due giorni di Appello all’Azione per la Sopravvivenza Infantile (Child Survival Call to Action), tenutasi a Washington giovedì 14 giugno. La Zinc Alliance for Child Health, una partnership che include la multinazionale Teck Resources Ltd., la Micronutrient Initiative e l’agenzia di sviluppo internazionale canadese (CIDA), si è impegnata per 15 milioni di dollari per sostenere l’uso di zinco e di soluzioni di reidratazione orale, per prevenire la mortalità da diarrea.  Dal canto suo la McCann Health, una multinazionale del marketing, contribuirà all’iniziativa con servizi e assistenza tecnica per 5 milioni di dollari.

Parallelamente, nella stessa occasione, il Segretario di Stato U.S.A., Hillary  Clinton, ha celebrato la costituzione di un’altra nuova alleanza globale – ma tutta americana – per lo sviluppo, Survive and Thrive (Sopravvivere e prosperare), nata con l’obiettivo di massimizzare le risorse e l’esperienza di associazioni professionali, del settore private e del Governo Americano per servire meglio madri e bambini fino ai cinque anni nei paesi a basso reddito. (Prnewswire) “Salvare la vita dei bambini non può essere un compito esclusivo dei Governi” avrebbe detto la Clinton – secondo quanto riportato dal Washington Post –  nell’evento in cui sono intervenuti circa 80 rappresentanti del governo, della società civile e del comunità del business, nonché – immancabile ormai nel jet set delle alleanze globali – una celebrità del mondo dello spettacolo, in questo caso la superstar di Hollywood, Ben Affleck.

Le multinazionali Johnson & Johnson e Laerdal Global Health, si sono impegante a versare ciascuna un milione di dollari nei prossimi tre anni a favore di Survive & Thrive, somme che si aggiungono all’iniziale  milione e mezzo di dollari versato dalla Agenzia di Cooperazione del Governo Americano USAID. L’Alleanza sottoscritta anche dale associazione professionali americane dei pediatri (American Academy of Pediatrics), degli infermieri (American College of Nurse-Midwives) e dei ginecologi (American College of Obstetricians and Gynecologists), nonché dalla ONG Save the Children, ha lanciato un appello affinché molte alter organizzazioni vi partecipino.

Obiettivo di Survive and Thrive è quello di formare esperti volontari americani, internazionali e dei paesi “partner” nella promozione di programmi di salute materno-infantile nei paesi a medio e basso reddito. Non mancheranno nemmeno borse di studio per permetter a giovani studenti di medicina americani di divenire buoni clinici attraverso esperienze di “partnership” nei paesi poveri (prnewswire).  (EM).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...