Tra grandi disuguaglianze nel 2023 saremo 8 miliardi

21 giugno – Il The Guardian ha pubblicato un articolo in cui, riferendosi ad uno studio elaborato dalle Nazioni Unite (UN), analizza le future tendenze di crescita della popolazione.
Secondo l’ultimo prospetto sulla popolazione mondiale delle Nazioni Unite, nel 2023 la popolazione globale supererà gli 8 miliardi a fronte dei 7.5 miliardi attuali, e l’anno prossimo assisteremo per la prima volta a più di 1 miliardo di persone con età superiore ai 60 anni.

In accordo con lo studio, entro il 2050 più della metà della crescita mondiale della popolazione verrà dall’Africa sub-sahariana, dove i tassi di fertilità continueranno ad aumentare rispetto a quelli del resto del mondo. 7 delle 20 nazioni più popolate del mondo saranno infatti africane.

Al contrario, in tutti i paesi europei che già oggi soffrono di un basso tasso di natalità, la popolazione tenderà a diminuire se non soggetta ad un’immigrazione su larga scala.
L’Europa orientale è particolarmente colpita da un trend in diminuzione, con numeri che potrebbero diminuire del 15% in Bulgaria, Croazia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica moldova, Romania, Serbia e Ucraina.

“In alcuni paesi con bassi livelli di natalità, il flusso immigratorio ha rappresentato la principale fonte di crescita della popolazione”, ha osservato John Wilmoth, direttore della divisione Popolazione del Dipartimento per gli Affari Economici e Sociali (DESA) delle Nazioni Unite.

In un contesto simile, dovremmo interrogarci sui grandi divari che caratterizzano oggi le nostre società e su come muteranno in futuro.

 di B.F.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...