Myanmar – L’influenza suina H1N1 causa 6 vittime a Yangon

27 luglio – Le autorità sanitarie del Myanmar hanno richiesto l’assistenza dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per combattere l’epidemia di influenza suina che ha suscitato allerta a Yangon.

L’influenza suina, causata dal virus H1N1, è una malattia respiratoria contratta attraverso il contatto tra umani e suini e trasmessa tra le persone per via inalatoria.

Dalla scorsa settimana 6 persone sono decedute e 30 sono stati testati positivi per H1N1, la maggior parte dei quali a Yangon. Le infezioni sono dello stesso ceppo che è stato identificato per la prima volta nel 2009, quando è scoppiata la pandemia globale.

I funzionari del governo chiedono di mantenere la calma e hanno avvertito la popolazione di evitare luoghi affollati come i centri commerciali. Il ministero della sanità ha invitato gli ospedali e le strutture sanitarie private a segnalare eventuali pazienti che mostrano segni di malattia di tipo influenzale.

Il dottor Than Hun Aung, vicedirettore generale del dipartimento di sanità pubblica ha dichiarato: “abbiamo informato l’OMS sulla situazione della malattia” e abbiamo chiesto assistenza. “Abbiamo chiesto speciali attrezzi protettivi (per i medici), farmaci per curare i pazienti e le attrezzature di laboratorio”, ha detto ieri a The Myanmar Times. “Ora non è una situazione di emergenza e se la condizione peggiora, chiederemo assistenza internazionale, ma la situazione al momento non è così grave”, ha aggiunto.

Stephan Paul Jost, rappresentante del Myanmar per l’OMS, ha dichiarato a Reuters che “è rimasto impressionato” dalla risposta iniziale di Myanmar e sotto il sistema di sorveglianza del governo “il rinvio ad un ospedale è abbastanza veloce”.

di B.A.